Approvata la nuova direttiva sui pagamenti digitali

Tra scontrini e dimissioni della Capitale è passata sotto silenzio la notizia che il Parlamento europeo ha approvato la nuova direttiva sui servizi di pagamento, conosciuta come PSD2. Ci sono molte novità, tutte a vantaggio degli utenti, a partire da maggiore sicurezza e modalità di rimborso più semplici, efficaci e veloci. Inoltre si potranno utilizzare software per i pagamenti sviluppati da terze parti, mantenendo però il diritto ad essere rimborsati direttamente dalle proprie banche in caso di transazioni non autorizzate, aprendo ancora di più il mercato dei servizi di pagamento, con enormi vantaggi per i consumatori. Adesso l’Italia non deve perdere tempo: siamo il fanalino di coda in Europa nell’utilizzo di strumenti alternativi al contante, ma garantiamo più sicurezza antifrode di altri paesi e abbiamo decine di startup che hanno realizzato software che si stanno già affermando all’estero.
Proprio per ridurre quello che potremmo definire un vero e proprio epayment-divide rispetto al resto d’Europa, dobbiamo recepire, dopo il passaggio finale del Consiglio UE, quanto prima la direttiva. Il sistema Paese, dall’erogazione di servizi alla logistica, avrà enorme vantaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *